Si laurea in Farmacia a 23 anni e parte per perfezionare il suo inglese dopo un anno a Manchester, a 24 anni approda a Milano in Guna  un’azienda farmaceutica leader in terapia d’avanguardia e qui riveste il ruolo di “Analista Chimica” apprendendo tutto ciò che poteva immagazzinare da una realtà aziendale importante e affermata sul mercato Nazionale ed Internazionale…il suo sogno iniziava a prendere forma lo vedeva e lo voleva realizzare nella
sua terra…nella sua Trinitapoli… ed ecco che nel 2017 nasce “SESTRE” una startup Innovativa che realizza Integratori Nutraceutici da principi attivi estratti da prodotti della Dieta Mediterranea un!azienda al femminile perché é con sua Sorella Silvia, Biologa che progetta, realizza e concretizza la sua
realtà aziendale…infatti SESTRE significa “Sorelle” in Bosniaco.

Se dovesse scrivere il primo capitolo di un libro sulla sua carriera, come inizierebbe?
«Quando ti rendi conto di fare troppo poco per la tua terra cominci a trasformare i tuoi sogni in realtà e a diventare parte della tua stessa terra, così è nata Sestre».

Quanto è importante coniugare soluzioni innovative con un forte impatto sociale?
«Oggi il concetto di innovazione è parte integrante del concetto di sostenibilità, non può esistere una soluzione innovativa che non tenga in considerazione l’impatto ambientale e sociale».

Migliorare la qualità della vita sviluppando una nuova forma di integratore naturale, utilizzando le componenti salutistiche della Dieta Mediterranea. Le sue origini quanto hanno influenzato le sue scelte professionali?
«Le mie origini hanno fortemente influenzato le mie scelte professionali, credo che l’origine di ognuno di noi influenzi il proprio percorso, in alcuni casi è evidente in altri meno… ma siamo tutti un connubio di storie che partono dalla nostra terra per farsi poi contaminare dal mondo.
Sestre è partita dalla ricchezza della propria terra e ha raggiunto questa consapevolezza solo viaggiando, da qui la necessità di portare il meglio della dieta mediterranea nel mondo».

Quale è stato il momento in cui ha pensato di essere coraggiosa?
«Tante volte ho pensato di essere coraggiosa: quando i grandi mi dicevano che stavo facendo una cazzata e io ho continuato a svegliarmi la mattina con il coraggio di continuare, quando mi sono trovata sola a portare avanti un progetto molto più grande di me, quando ho dimostrato a platee maschili che una donna può andare avanti da sola».

Quale consiglio darebbe a chi vuole seguire la sua strada?
«Credi fortemente in te stessa, nella tua forza, nel tuo coraggio e ogni obiettivo potrà essere raggiunto».

 

SESTRE TEAM
Grazia M. Simone, Biologa specializza in Biochimica Clinica, ricercatrice con esperienza nel mondo farmaceutico, Sonia Elicio, Growth Manager che ha pianificato strategie online che sono risultate vincenti e hanno portato ad una crescita del +450% nei primi tre mesi del 2020 nel mercato digitale, Gloria e Rosalba, graphic designer che rendono possibile un’analisi grafica che spazia dalla fotografia italiana al designer berlinese. Farmaciste, Biologhe ed esperte di Marketing, 5 donne con la stessa visione: portare il benessere mediterraneo nel mondo.